Home » Biochimica clinica » No checkup… no detox! L’importanza di un trattamento alimentare mirato dopo le feste
detox_01_post

No checkup… no detox! L’importanza di un trattamento alimentare mirato dopo le feste

Sicuri che qualche chilo in più sia l’unico effetto delle abbuffate natalizie?

Durante le feste sono molteplici i fattori che concorrono a un aumento ponderale: non solo pasti più ricchi e abbondanti, ma anche un periodo di generale pausa nelle attività lavorative e spesso sportive causa in media un aumento di peso di 3 chili.

Depurare l’organismo, e più in generale ‘mettersi a dieta’, è quindi in cima alla lista degli imperativi morali che solitamente accompagnano l’anno nuovo: proposito buono e giusto nelle intenzioni, ma che rischia di ritorcersi contro chi lo mette in pratica, se non viene attuato correttamente.

Questo perché l’aumento di peso causato dall’eccessivo introito di grassi e zuccheri semplici è solo l’effetto esteriore delle abbuffate natalizie, che va ad innestarsi su una serie di fattori strettamente correlati a specificità individuali.

Tralasciando l’ovvietà di fattori come l’età anagrafica o la presenza di patologie, occorre infatti considerare che:

  • Mangiamo 365 giorni all’anno (nel 2016 saranno 366!), non solo durante le feste: è chiaro che, a parità di stravizi e libagioni, l’impatto su un individuo che di solito si alimenta correttamente è radicalmente diverso rispetto a quello su un individuo che invece si alimenta in modo scorretto.
  • Lo stile di vita non include solo le scelte alimentari: un fisico allenato, poco stressato, non sottoposto a fattori altamente ossidanti come ad esempio il fumo di sigaretta, ha una superiore capacità di smaltire i radicali liberi rispetto a un organismo già debilitato da abitudini sbagliate.
  • Ognuno di noi ha particolari vulnerabilità: le conseguenze degli eccessi natalizi sono differenti in termini di aumento del colesterolo ematico, affaticamento dei reni o del fegato, irritazione dell’intestino.

Attenzione quindi a propositi in sé buoni, ma concretizzati alla cieca: mettersi a stecchetto seguendo unicamente il classico ‘buon senso’, o peggio prendendo come riferimento una delle tante diete ‘per tutti’, non solo potrebbe avere esiti deludenti in termini di perdita di peso (obiettivo peraltro secondario di un percorso alimentare depurativo), ma aggravare il sovraccarico dei nostri organi nel caso venissero a mancare nutrienti essenziali, con effetti peggiorativi sullo stato di salute.

Il corretto approccio a un percorso nutrizionale depurativo

Un percorso nutrizionale depurativo può favorire lo stato di salute e benessere se:

  • È concepito come uno degli elementi di uno stile di vita sano, e quindi inserito in un contesto più articolato, che prevede l’acquisizione di abitudini che non si risolvono e non terminano con l’esaurirsi del periodo di trattamento.
  • Viene intrapreso in assenza di patologie che renderebbero tale percorso nutrizionale un ulteriore elemento di affaticamento per l’organismo.
  • Viene elaborato in modo personalizzato, alla luce di indagini diagnostiche in grado di individuare e quantificare lo stato di reale affaticamento degli organi emuntori e dell’organismo in generale, al fine di stabilire il corretto apporto di macronutrienti e nutraceutici necessari a ristabilire lo stato di equilibrio.

A questo proposito, NatrixLab propone un ‘Percorso Detox’ composto da due fasi, una diagnostica e una nutrizionale, allo scopo di intraprendere un percorso depurativo adeguato alle reali esigenze dell’organismo.

detox_02_post

  1. Fase diagnostica
    I Check Up Profiles sono una serie di test pensati appositamente per valutare l’impatto sul nostro organismo delle abitudini alimentari tipiche della società Occidentale, caratterizzate da un elevato consumo di grassi saturi, carboidrati raffinati e zuccheri semplici.
    Indagare la quantità di colesterolo ematico e di trigliceridi, oppure lo stato di salute di reni e fegato, è essenziale per elaborare un percorso depurativo efficace.
  1. Fase nutrizionale
    Un percorso nutrizionale Detox è caratterizzato da sostanze antiossidanti e alimenti drenanti per aiutare il microcircolo, oltre a cereali integrali e cibi ricchi di fibre che aiutano il corretto funzionamento dell’intestino liberandolo da gonfiore, stress e pesantezza.

Nel prossimo articolo affronteremo il caso concreto di un ‘Percorso Detox’ per ristabilire il corretto funzionamento di un fegato affaticato.

Se ti interessa l’argomento, iscriviti alla nostra newsletter: riceverai l’avviso di pubblicazione direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Guarda anche

header_cosmofarma2017

Grazie a Natrix, la farmacia si evolve a Cosmofarma 2017

Bisogni dei pazienti e punti di forza della farmacia L’approccio alla salute di un numero ...

it en