Home » Gamma dei test diagnostici » Benessere intestinale » Il Microbioma Check N.G.S. per l’analisi del microbioma intestinale

Il Microbioma Check N.G.S. per l’analisi del microbioma intestinale

Cos’è il microbioma intestinale?

Sono miliardi gli organismi che popolano il nostro intestino. Stiamo parlando di un’area che ha un’estensione di circa 300 metri quadrati e che, nel corso di una vita, viene attraversata da circa 30 tonnellate di cibo e 50 mila litri di liquidi. Numeri che danno la dimensione dell’importanza del benessere intestinale sul nostro stato di salute.

L’insieme della popolazione di microrganismi, soprattutto batteri, che colonizza il nostro apparato digerente costituisce la cosiddetta flora batterica intestinale, oggi chiamata anche microbiota intestinale. All’interno del microbiota intestinale si concentra circa il 70% del nostro sistema immunitario ed esso svolge una miriade di funzioni vitali, prima fra tutte quella appunto di agire come barriera difensiva, creando un ambiente inospitale agli agenti patogeni, modificando il pH intestinale e riducendo i substrati che favoriscono la proliferazione di questi batteri nocivi. Questi batteri, di cui si contano 500 specie differenti, si possono dividere in “buoni” (non patogeni) e nocivi (patogeni). Nell’intestino le specie buone sono prevalenti e ne assicurano l’equilibrio nonostante la presenza di quelle nocive. Questo stato di equilibrio prende il nome di eubiosi, letteralmente “benefico per l’organismo”, mentre per disbiosi si intende un’alterazione della flora batterica intestinale dovuta a un aumento indisturbato dei ceppi patogeni e a una diminuzione di quelli salutari.

A cosa serve il test Microbioma Check N.G.S.?

kit_benessere_intestinale_02Il Microbioma Check N.G.S.  è un’analisi ad alto contenuto tecnologico che grazie al sequenziamento massivo di seconda generazione (Next Generation Sequencing) caratterizza la flora batterica intestinale, fornendo indicazioni sullo stato di salute generale dell’individuo, del suo intestino e importanti spunti di approfondimento di tutte quelle che sono le correlazioni fisiopatologiche tra la popolazione microbica intestinale e i diversi organi e sistemi che con l’intestino comunicano costantemente.

Scarica referto tipo

Chi dovrebbe fare il test per il microbioma intestinale?

Test per il tuo benessere intestinaleIl test è consigliato ai pazienti interessati da:

  • Intolleranze o allergie alimentari.
  • Diarrea o stipsi, o irregolarità intestinale.
  • Colon irritabile e patologie croniche intestinali (Morbo di Crohn, rettocolite ulcerosa, ecc.).
  • Gonfiori, tensioni e crampi addominali.
  • Flatulenza e aerofagia.
  • Infezioni genitali ricorrenti (candidosi, cistiti).
  • A chiunque voglia conoscere lo stato di salute del proprio intestino in modo da prevenire problematiche future.

Come e dove eseguire il test?

Il test del microbioma intestinale viene effettuato mediante analisi su un campione di feci, e può essere richiesto nelle farmacie, nei laboratori di analisi, nei centri medici e nelle medical spa che propongono i servizi di diagnostica NatrixLab.
Preparazione all’esame: almeno 7 giorni dall’ultima terapia antibiotica e probiotica, il prelievo può essere eseguito in qualsiasi momento della giornata.

Scopri dove fare il test vicino a casa tua

E una volta eseguito il test?

In caso di problematiche intestinali, e al di là di specifiche terapie prescritte dal medico curante, ricorda che l’alimentazione è la prima arma in tuo possesso per il miglioramento dello stato di salute.

Sia per la prevenzione sia per il miglioramento del benessere intestinale è di fondamentale importanza:

  • Mantenere un sano e corretto stile alimentare andando a correggere le cattive abitudini che sono causa dell’insorgenza e del perpetuarsi dei problemi;
  • Mantenere attiva ed equilibrata la flora batterica intestinale, andando a integrare l’alimentazione con probiotici, prebiotici e fitoterapici in grado di migliorare lo stato della flora batterica intestinale;
  • Mantenere libero il tratto intestinale, andando a favorire un corretto transito intestinale e limitando l’accumulo di scorie.

Ripetizione del test

In caso di esito positivo, ti consigliamo di ripetere il test dopo 4/6 mesi, una volta terminato un trattamento a base di integratori e seguito un corretto regime alimentare. In caso di monitoraggio terapeutico o di patologia si consiglia di ripetere il test secondo il suggerimento del medico curante.

Test correlati

Test correlati

In Flora Scan

immagine_inflora_scan
L'”In Flora Scan” è un test completo utile per la valutazione del microbiota, dello stato infiammatorio dell’intestino, delle capacità digestive e della permeabilità intestinale.
Guarda i dettagli

Food Intolerance Test

Il “Food Intolerance Test” (test per le intolleranze alimentari, abbreviato F.I.T.) è una valutazione immunoenzimatica di intolleranza verso 46, 92 e 184 alimenti con l’impiego della metodica ELISA standardizzata, e consente di individuare quali sono le proteine alimentari contro le quali l’organismo ha reazioni avverse.
Guarda i dettagli

Gluten Sensitivity & Celiac Test


Il Gluten Sensitivity & Celiac Test determina la presenza dei marcatori di sensibilità al glutine, per rilevare la presenza di sensibilità al glutine non celiaca. Consente inoltre di individuare con elevata sensibilità e specificità la possibile positività alla malattia celiaca.
Guarda i dettagli
it en