Home » Benessere intestinale » Candida: Cause e Prevenzione
copertina articolo blog su candida

Candida: Cause e Prevenzione

Candida: cos’è?

La candidosi o candidiasi è un’infezione causata da un fungo, la Candida albicans, appartenente alla famiglia dei saccaromiceti.

I miceti o funghi sono orgasmi eucarioti chemiosintetici ed eterotrofi, unicellulari o più spesso organizzati in strutture pluricellulari. Nella maggior parte dei casi il micete si sviluppa a spese del suo ospite senza causargli un danno apprezzabile ma senza dargli alcun vantaggio. Talvolta, micete e ospite possono andare incontro a interazioni competitive e il micete può prendere il sopravvento, comportandosi da agente patogeno.

I Miceti dei generi Candida sp., Cryptococcus sp. (miceti lievitiformi) e Aspergillus sp. (miceti filamentosi) rappresentano gli agenti eziologici opportunisti più frequenti e presentano un’incidenza uniforme nelle diverse aree geografiche per la distribuzione.

Candida Albicans

Nello specifico, la Candida albicans è un micete commensale che può comportarsi da patogeno opportunista. Infatti, la candida vive sulla superficie delle mucose, in equilibrio con la comunità microbica dell’ospite (microbiota). Però, in condizioni che provocano un’alterazione del micro-ambiente, la candida può crescere in maniera incontrollata e causare infezioni in diversi distretti dell’organismo, tra cui il cavo orale, l’apparato genitale e l’apparato intestinale.

Per cui in condizioni di infezioni recidivanti in questi distretti risulta di fondamentale importanza effettuare uno screening del microbiota, per rilevare la presenza della candida a livello intestinale, e agire direttamente sulla causa scatenante.

Fattori che favoriscono lo sviluppo della Candida

I fattori predisponenti allo sviluppo di infezioni fungine comprendono difetti della fagocitosi, difetti dell’immunità cellulare e alterazioni delle barriere meccaniche che sono alterazioni indotte da immunodeficienze primarie e/o secondarie le cui cause principali sono: terapie farmacologiche (antineoplastiche, steroidee, farmaci immunosoppressivi) oppure terapie antibiotiche. L’uso inappropriato e prolungato degli antibiotici, infatti, contribuisce allo sviluppo di infezioni micotiche in quanto altera la normale comunità microbica e/o permette la selezione di organismi resistenti.
immagine donna che ha sconfitto la candida

Strumenti di Prevenzione

L’adozione di semplici comportamenti può servire da profilassi e contribuire a una corretta prevenzione contro questa fastidiosa infezione.

Per prevenire un’infezione locale, è necessario rispettare le corrette norme igieniche, utilizzando prodotti per la pulizia personale che non modifichino, o danneggino, il microambiente locale e non rompano l’equilibrio esistente tra microbiota e ospite.

Altrettanto importante è seguire uno stile di vita sano, svolgendo regolare attività fisica, limitando fumo e bevande alcoliche e riducendo le occasioni di stress psico-fisico che influenzano negativamente il sistema immunitario.

L’ultimo aspetto, ma non per importanza, riguarda l’alimentazione. È fondamentale seguire una dieta sana e bilanciata per assicurare il benessere dell’organismo e prevenire qualsiasi squilibrio energetico e nutrizionale. Nel caso specifico, è bene limitare l’apporto di zuccheri semplici perché fungono da nutrimento per la candida: non si parla solo del classico saccarosio (zucchero bianco) ma di tutti i dolcificanti naturali, i dolci, le bevande zuccherate, i succhi di frutta, la frutta sciroppata, gli yogurt alla frutta o con altri aromi, i prodotti da forno e tutti gli alimenti conservati e confezionati.

Da preferire, invece, alimenti poveri di zuccheri e ricchi di fibre e/o di probiotici come pesce, legumi, carni magre, uova, yogurt bianco, kefir, cereali integrali, frutta e verdura di stagione. Gli alimenti ad alta concentrazione di fibre solubili ad azione prebiotica, proteggono la salute del microbiota, aiutando il ripristino dei batteri intestinali “buoni”. Tra gli alimenti funzionali al trattamento della candida troviamo anche i semi di psillio, i semi di lino, le pectine, le spezie digestive e antinfiammatorie quali aglio, origano, menta, timo, curcuma, cannella, cumino, finocchio e zenzero.

Bibliografia

  • Ribeiro FC, Rossoni RD, de Barros PP, Santos JD, Fugisaki LRO, Leão MPV, Junqueira JC. Action mechanisms of probiotics on Candida spp. and candidiasis prevention: an update. JAppl Microbiol. 2020 Aug;129(2):175-185.
  • Jeziorek M, Frej-Mądrzak M, Choroszy-Król I. The influence of diet on gastrointestinal Candida spp. colonization and the susceptibility of Candida spp. to antifungal drugs. Rocz Panstw Zakl Hig 2019;70(2):195-200.
  • Kumamoto CA , Gresnigt MS, Hube B. The gut, the bad and the harmless: Candida albicans as a commensal and opportunistic pathogen in the intestine. Curr Opin Microbiol. 2020 Aug;56:7-15.
  • Otašević S, Momčilović S, Petrović M, Radulović O, Stojanović NM, Arsić-Arsenijević V. The dietary modification and treatment of intestinal Candida overgrowth – a pilot study. J Mycol Med. 2018 Dec;28(4):623-627.
  • Hallen-Adams HE , Suhr MJ. Fungi in the healthy human gastrointestinal tract. Virulence. 2017 Apr 3;8(3):352-358.
  • Hoffmann C, Dollive S, Grunberg S, Chen J, Li H, Wu SD, Lewis JD, Bushman FD. Archaea and fungi of the human gut microbiome: correlations with diet and bacterial residents. PLoS One. 2013 Jun 17;8(6):e66019.

Guarda anche

immagine piatto dieta mediterranea per obesità

Microbiota Intestinale e Obesità: Ruolo della dieta Mediterranea

Il Microbiota Intestinale è la comunità microbica che popola il tratto digerente di ogni individuo. ...

it en