Ultime notizie

Celiac Test

Cos’è e a cosa serve?

Il Celiac Test è un test che consente di individuare con elevata sensibilità e specificità la possibile positività alla celiachia.

L’analisi viene svolta attraverso il dosaggio degli anticorpi IgG e IgA:

  • Anticorpi Anti-Transglutaminasi Tissutale;
  • Anticorpi Anti-Gliadina deamidata.

In passato, l’unico modo per diagnosticare la celiachia era la biopsia su un tratto del duodeno. Lo sviluppo di test come il Celiac Test di NatrixLab ha permesso di definire la forma silente e la forma potenziale della celiachia, evitando biopsie di casi dubbi risultati poi negativi. In via definitiva, la biopsia resta comunque l’esame diagnostico invasivo utilizzato e necessario per la diagnosi di celiachia.

Chi lo dovrebbe fare?

test_celiachiaPer ogni celiaco diagnosticato correttamente, ce ne sono almeno altri sette non diagnosticati: si stima che in Italia sia affetta da celiachia una persona su 100.
Ti consigliamo questo test se:

  • Hai sintomi di carattere intestinale come diarrea, dolori addominali, meteorismo;
  • Hai sintomi di carattere extra intestinale come anemia, stanchezza cronica, vitiligine, alopecia areata, psoriasi, carenza di oligoelementi e di altri nutrienti;
  • Non hai alcun sintomo, ma sei affetto da altre patologie autoimmuni, oppure nella tua famiglia c’è qualcuno affetto da celiachia;
  • Hai perso molto peso senza un motivo apparente;
  • Nei bambini, si notano difficoltà di sviluppo, ritardi nella crescita e bassa statura, ritardi nella pubertà e difetti dello smalto dentale nei denti definitivi.

Come e dove eseguire il test?

Il test viene effettuato mediante analisi su un campione di sangue, e può essere richiesto nelle farmacie, nei laboratori di analisi, nei centri medici e nelle medical spa che propongono i servizi di diagnostica NatrixLab.
Preparazione all’esame: digiuno nelle precedenti 8 ore, inoltre è importante sottoporsi al test in una fase in cui si continua a consumare alimenti contenenti glutine.

…e una volta fatto il test?

celiachiaIn caso di esito positivo, l’unica terapia attualmente disponibile consiste in una dieta rigorosamente priva di glutine: in questo modo non solo i sintomi scompariranno in breve tempo (un paio di mesi), ma riuscirai a prevenire anche lo sviluppo di complicanze di natura autoimmune o infiammatorie croniche.

Nel frattempo, ti ricordiamo che:

  • La celiachia non è dose dipendente, e basta una piccolissima quantità di glutine per riscontrare i sintomi;
  • Il glutine non si trova solo in pasta, pizza, pane e derivati: viene utilizzato come addensante in molte preparazioni alimentari, viene impiegato in alcune tipologie di salumi, lo trovi nella birra e nel whisky, nonché in alcuni farmaci.

Desideri un percorso nutrizionale personalizzato per ripristinare il tuo benessere intestinale?

Rivolgiti al centro in cui hai fatto il test e attiva il tuo percorso nutrizionale mediante Telenutrizione, la piattaforma di telemedicina che ti metterà in contatto diretto con i servizi medici e gli specialisti della nutrizione Natrix.

Approfondisci e attiva il servizio

Ripetizione del test

Anche a seconda di quanto suggerito dal tuo medico curante, ti consigliamo di ripetere il test dopo 6-8 mesi se desideri tenere monitorata la tua situazione, in particolare se:

  • Hai iniziato un regime alimentare aglutinico e vuoi vedere se tale terapia sta sortendo gli effetti desiderati;
  • Nella tua famiglia c’è qualcuno che soffre di celiachia (i familiari di primo grado di pazienti celiaci hanno un rischio del 10-15% in più rispetto alla media di sviluppare la malattia).

Test correlati

Test correlati

Food Intolerance Test

Il “Food Intolerance Test” (test per le intolleranze alimentari, abbreviato F.I.T.) è una valutazione immunoenzimatica di intolleranza verso 46, 92 e 184 alimenti con l’impiego della metodica ELISA standardizzata, e consente di individuare quali sono le proteine alimentari contro le quali l’organismo ha reazioni avverse.
Guarda i dettagli

Gluten Sensitivity Test


Il Gluten Sensitivity Test determina la presenza dei marcatori di sensibilità al glutine, per rilevare la presenza di sensibilità al glutine non celiaca.
Guarda i dettagli

Bibliografia

  • Thomas HJ, Ahmad T, Rajaguru C, Barnardo M, Warren BF, Jewell DP. Contribution of histological, serological, and genetic factors to the clinical heterogeneity of adult-onset coeliac disease. Scand J Gastroenterol, 2009;10:1-8.
  • Knoff Martin F. Celiac disease: pathogenesis of a model immunogenetic disease. The journal of clinical investigation vol. 117 Number 1 January 2007.
  • AGA Institute Medical Position Statement on the Diagnosis and Management of Celiac Disease. Gastroenterology 2006;131:1977-80.
  • P. Binetti, M. Marcelli, R. Baisi “Manuale di nutrizione clinica e scienze dietetiche applicate” Edizione SEU.

2 Commenti

  1. Redazione NatrixLab

    I tempi di refertazione sono generalmente sette giorni lavorativi.

  2. Dopo quanto tempo si hanno le risposte del test

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

it en