Home » Gamma dei test diagnostici » Benessere intestinale » Il Microbioma Check P.C.R. – l’analisi predittiva delle malattie infiammatorie intestinali

Il Microbioma Check P.C.R. – l’analisi predittiva delle malattie infiammatorie intestinali

Quali e cosa sono le malattie infiammatorie intestinali?

Le Malattie Infiammatorie Intestinali Croniche (MICI) rappresentano un gruppo eterogeneo di patologie che condividono l’infiammazione sia acuta che cronica di questo organo. Le due più importanti del gruppo sono il morbo di Chron e la rettocolite ulcerosa.

Si calcola che in Italia circa 200.000 persone siano oggi affette da queste patologie. Negli ultimi 10 anni la diagnosi di nuovi casi e il numero di ammalati sono aumentati di circa 20 volte.

A cosa serve il test Microbioma Check P.C.R.?

kit_benessere_intestinale_02
Il Microbioma Check P.C.R. – profilo intestinale specifico, è un’analisi ad alto contenuto tecnologico che grazie alla tecnica PCR real-time permette di identificare e quantificare un cluster di batteri intestinali, per i quali è stata riscontrata una stretta correlazione con l’insorgenza di patologie infiammatorie intestinali.

Le famiglie di batteri testate sono: BACTEROIDES VULGATUS; BACTEROIDES STERCORIS; PREVOTELLA COPRI; RUMINOCOCCUS TORQUES; BACTEROIDES FRAGILIS; SUTTERELLA WADSWORTHENSIS

Scarica referto tipo

Chi dovrebbe fare il test predittivo per le malattie infiammatorie intestinali?

Il test predittivo delle malattie infiammatorie intestinali è consigliato ai pazienti interessati da:

  • Colon irritabile e patologie croniche intestinali (Morbo di Crohn, rettocolite ulcerosa, ecc.).
  • Gonfiori, tensioni e crampi addominali.
  • Diarrea o stipsi, o irregolarità intestinale.
  • Flatulenza e aerofagia.
  • Infezioni genitali ricorrenti (candidosi, cistiti).
  • A chiunque voglia conoscere lo stato di salute del proprio intestino in modo da prevenire problematiche future.

 Come e dove fare il test?

Il test predittivo delle malattie infiammatorie intestinali viene effettuato mediante analisi su un campione di feci, e può essere richiesto nelle farmacie, nei laboratori di analisi, nei centri medici e nelle medical spa che propongono i servizi di diagnostica NatrixLab.
Preparazione all’esame: almeno 7 giorni dall’ultima terapia antibiotica e probiotica, il prelievo può essere eseguito in qualsiasi momento della giornata.

Scopri dove fare il test vicino a casa tua

E una volta eseguito il test?

In caso di problematiche intestinali, e al di là di specifiche terapie prescritte dal medico curante, ricorda che l’alimentazione è la prima arma in tuo possesso per il miglioramento dello stato di salute.

Sia per la prevenzione sia per il miglioramento del benessere intestinale è di fondamentale importanza:

  • Mantenere un sano e corretto stile alimentare andando a correggere le cattive abitudini che sono causa dell’insorgenza e del perpetuarsi dei problemi;
  • Mantenere attiva ed equilibrata la flora batterica intestinale, andando a integrare l’alimentazione con probiotici, prebiotici e fitoterapici in grado di migliorare lo stato della flora batterica intestinale;
  • Mantenere libero il tratto intestinale, andando a favorire un corretto transito intestinale e limitando l’accumulo di scorie.

Ripetizione del test

In caso di esito positivo, ti consigliamo di ripetere il test dopo 4/6 mesi, una volta terminato un trattamento a base di integratori e seguito un corretto regime alimentare. In caso di monitoraggio terapeutico o di patologia si consiglia di ripetere il test secondo il suggerimento del medico curante.

Test correlati

Test correlati

In Flora Scan

immagine_inflora_scan
L'”In Flora Scan” è un test completo utile per la valutazione del microbiota, dello stato infiammatorio dell’intestino, delle capacità digestive e della permeabilità intestinale.
Guarda i dettagli

Microbioma Check N.G.S.

immagine_inflora_scan
Il Microbioma Check N.G.S. è l’analisi genetica della flora intestinale, che permette di conoscere tutti i batteri presenti nell’intestino.
Guarda i dettagli

Food Intolerance Test

Il “Food Intolerance Test” (test per le intolleranze alimentari, abbreviato F.I.T.) è una valutazione immunoenzimatica di intolleranza verso 46, 92 e 184 alimenti con l’impiego della metodica ELISA standardizzata, e consente di individuare quali sono le proteine alimentari contro le quali l’organismo ha reazioni avverse.
Guarda i dettagli
it en